INDIRIZZO PEC


Il domicilio digitale ufficiale dell'impresa: il suo indirizzo di Posta Elettronica Certificata



La PEC (Posta Elettronica Certificata) è un sistema evoluto di posta elettronica, regolata da un'apposita normativa e rilasciata da gestori autorizzati.

La PEC consente di scambiare messaggi e documenti allegati di qualunque tipo (amministrativo, commerciale, informativo, etc.), in modalità certa e protetta, ed economica, con lo stesso valore legale della Raccomandata postale con Ricevuta di ritorno.

L'indirizzo PEC è il domicilio digitale ufficiale delle imprese (sia società sia ditte individuali).

 

  • Vantaggi della PEC

    Vantaggi della PEC


  • Chi è tenuto a iscrivere la PEC

    Chi è tenuto a iscrivere la PEC


  • Come iscrivere la PEC al Registro Imprese

    Come iscrivere la PEC al Registro Imprese


  • Come si acquista e quanto costa la PEC

    Come si acquista e quanto costa la PEC


Rispetto alla posta elettronica tradizionale, la PEC garantisce la certezza dell'invio, della consegna, dell'immodificabilità del contenuto e della riservatezza del messaggio, oltreché dell'identificazione sicura della casella mittente.

Rispetto alla tradizionale raccomandata cartacea, la PEC assicura un notevole risparmio di costi di spedizione, di tempi di esecuzione, di spazi e procedure di conservazione.

Tutti possono usufruirne: imprenditori individuali, società, Pubbliche Amministrazioni, associazioni, professionisti, semplici cittadini.

Per conoscere gli indirizzi PEC delle pubbliche amministrazioni è a disposizione l’Indice delle Pubbliche Amministrazioni - iPA (www.indicepa.gov.it).

Per conoscere gli indirizzi PEC di imprese e professionisti si può accedere al registro INI-PEC.

L'art. 37 del c.d. decreto Semplificazione, D.L. n. 76/2020 ("disposizioni per favorire l’utilizzo della posta elettronica certificata nei rapporti tra Amministrazione, imprese e professionisti"), stabilisce l'obbligo, se non si è già provveduto a tale adempimento, di comunicare il proprio domicilio digitale (indirizzo PEC - Posta Elettronica Certificata) entro il 1° ottobre 2020

- al Registro Imprese, per tutte le imprese costituite in forma societaria o individuale
- ai rispettivi ordini o collegi, per i professionisti iscritti in albi ed elenchi

al fine di semplificare e rafforzare l’utilizzo esclusivo della PEC e del domicilio digitale nei rapporti tra le imprese, i professionisti e la P.A.

In caso di mancata comunicazione del domicilio digitale l’impresa incorrerà nell’assegnazione d’ufficio di un nuovo e diverso domicilio digitale e nell’irrogazione di una sanzione amministrativa, in misura raddoppiata, per le società (art. 2630 Codice civile), e, in misura triplicata, per le imprese individuali (art. 2194 Codice civile).

Per iscrivere la PEC al Registro Imprese, è possibile avvalersi di una delle seguenti modalità:

  • se sei il titolare di un’impresa individuale o il legale rappresentante di una società, e sei in possesso di un dispositivo di firma digitale, puoi servirti della procedura “Pratica semplice” 
  • se sei un utente registrato di registroimprese.it /Telemaco e già invii pratiche di Comunicazione Unica, puoi utilizzare la procedura Comunica Starweb
  • puoi adottare una delle principali soluzioni di mercato per la compilazione e l'invio delle pratiche telematiche
  • puoi rivolgerti ad un intermediario, come la tua organizzazione imprenditoriale o il tuo professionista di fiducia.

L'iscrizione o la variazione della propria PEC nel Registro Imprese non costa nulla: si tratta di adempimenti gratuiti, esenti da bolli, diritti, tariffe.

Il servizio di PEC è normato a livello nazionale. All’Agenzia per l’Italia digitale (AgID) sono state attribuite le competenze in materia di PEC, e in particolare:

  • la definizione delle regole tecniche e il loro aggiornamento;
  • la gestione dell’iscrizione e dell’elenco dei gestori di posta elettronica certificata;
  • la vigilanza e il controllo sulle attività esercitate dai gestori iscritti nell’elenco.

Per dotarsi di un indirizzo PEC occorre quindi rivolgersi ad uno dei Gestori ufficiali autorizzati dall’AgID, in possesso dei requisiti previsti dalla normativa di riferimento.

Consulta l'Elenco pubblico dei Gestori. Costi e modalità di rilascio variano a seconda del gestore.